CETTI CURFINO su La Sicilia / 2

LA SICILIA Caltanissetta 22.7.2018

Una donna in carcere e le sfumature d’animo

di Domenico Russello

L’universo carcerario visto attraverso gli occhi di una donna dalla bellezza potente, che racconta la sua storia. S’intitola “Cetti Curfino” il libro scritto da Massimo Maugeri (edito da “La Nave di Teseo”) e presentato alla Libreria Mondadori.
Un’opera che prende il nome dalla sua protagonista, una donna dal grande fascino che si trova in carcere. Un caso che è stato al centro della cronaca, dietro il quale si nasconde la storia di una figura complessa e di un mondo, quello della detenzione, che sa rivelare le più profonde sfumature dell’animo umano. Accanto alla personalità imponente di Cetti Curfino emerge un giovane e precario giornalista, Andrea Coriano, che ne racconterà il passato.
«Ho prestato ai personaggi i miei sensi e le mie percezioni -ha detto l’autore – calandomi in una realtà che non conosco, quella carceraria, attraverso le mie dinamiche emotive. Ho scritto il romanzo di getto, frutto di un’esigenza fortissima. Il compito dello scrittore è essere capace di cogliere le sfumature anche di situazioni immaginarie».
«In carcere si lavora per promuovere un senso di legalità autentico – ha aggiunto il direttore della casa circondariale di contrada Balata, Gabriella Di Franco, che ha dialogato con l’autore – anche attraverso quelle attività culturali che spingono i detenuti alla ricerca della libertà interiore». Una ricerca che permette a molti detenuti di partecipare attività alle attività che si svolgono all’interno della struttura. All’evento hanno preso parte inoltre l’attrice Giuliana Fraglica, che ha interpretato alcuni passi del romanzo, e il maestro Giovanni ludice, autore del dipinto scelto dalla casa editrice come copertina del libro.

DOMENICO RUSSELLO

Annunci